materialità

Che rapporto c’è tra materialità e azione educativa? Chi o che cosa agisce nelle pratiche che quotidianamente danno forma ai mondi sociali e materiali dell’educazione professionale?

Il volume di Alessandro Ferrante si confronta con quest’ordine di problemi facendo riferimento a tre linee di ricerca che portano in primo piano la trama materiale dell’educazione: la clinica della formazione, l’actor-network theory e il postumanesimo. Grazie a questi approcci diviene possibile guardare alla materialità dei processi formativi come a un campo relazionale ibrido, dinamico e complesso, caratterizzato da un intreccio di elementi eterogenei, umani e non-umani. Il testo si rivolge agli studiosi di scienze sociali e a tutte le figure professionali che ogni giorno si immergono nel groviglio materiale di discorsi, documenti, corpi, spazi, oggetti, forze, affetti che rende ogni evento educativo unico e irripetibile.