Eredita dei saperi ProMi CSRM maggio 2014 logo

Programma

07 MAGGIO 2014

Sala Consiliare Palazzo Isimbardi entrata Corso Monforte, 35 - Milano

9.00 Accoglienza e registrazioni dei partecipanti

9.15 Saluti di apertura

Assessore alle Politiche sociali della Provincia di Milano

Introduzione ai lavori

Carmen Primerano, Servizio formazione per le professioni sociali della Provincia di Milano

9.30 “Contributi teorico-culturali sul tema”

Interverranno

Carlo Sini, filosofo

Massimo Recalcati, psicoanalista

Anna Rezzara, pedagogista

Francesco Cappa, pedagogista

13.00 Pausa Pranzo

14.00-17.30

Presentazione workshop

“La condivisione dell’esperienza”

• Terre di mezzo e di passaggio. Regole nella transizione della vita.

Piero Barone e Jole Orsenigo

• Rapporto intergenerazionale tra crisi ed esperienza.

Paola Marcialis e Giorgio Prada

• Tutorship nel settore sociosanitario.

Gisella Rossini e Valentina Concia

 

“Cosa facciamo, quando facciamo esperienza?” – si chiede Piergiorgio Reggio all’inizio del suo ultimo libro, “Il quarto sapere”.
Ci sembra una domanda importante, che riprendiamo e amplifichiamo con altre domande, alcune di esse disseminate nella pagine di questo stesso volume. E allora ci chiediamo: cos’è, oggi, esperienza? E cos’è, oggi, “esperienza educativa”? Qual è la qualità specifica - se esiste - di un’esperienza educativa? Quale relazione si dà – se si dà – tra esperienza e apprendimento?
Domande ingenue, forse per questo un po’ scomode. Interrogano infatti quelle abitudini, quel “si è sempre fatto così” che sentiamo pronunciare in tv, per strada, a scuola, nei servizi; sono domande che puntano il dito su un “senso comune” che rischia di far perdere di vista ciò che è “proprio” dell’azione educativa o formativa, anche e in particolare a chi si occupa di educazione e formazione.
L’incontro con Piergiorgio Reggio e la prospettiva dell’Apprendimento Esperienziale che “Il quarto sapere” mostra possono certamente disegnare linee di risposta, ma anche aggiungere elementi di conoscenza e di riflessione critica intorno ad una delle dimensioni più complesse e al tempo stesso cruciali dell’accadere educativo e del lavoro pedagogico.
 
28 maggio 2012, presso la Direzione di Enaip Lombardia
 

Che scuola stiamo costruendo oggi? Che qualità dell’esperienza scolastica perseguiamo e con che strumenti? Come si interseca la costante attività didattica con pratiche e sperimentazioni che fruiscono di tecnologie per l’apprendimento (congegni e dispositivi tradizionali e innovativi, o come più correntemente si dice oggi con fixed and mobile device)? Che senso acquisisce l’esperienza scolastica per i suoi protagonisti, che cosa smuove? E ancora, quale tasso di inclusività mette in campo per consentire a ciascuno di apprendere a partire dalle proprie differenze?
Queste sono le domande che guidano il disegno di ricerca-supervisione commissionato dal Comune di Bergamo, che ha come oggetto specifico da perseguire l’individuazione di una serie di indicatori della qualità dell’esperienza scolastica contemporanea. Il progetto ormai avviato utilizza una modalità di azione nelle diverse realtà scolastiche cittadine in grado di orchestrare una polifonia di voci tra i protagonisti diretti e indiretti della scuola, interessati a mettere a fuoco i significati e gli effetti formativi delle tecnologie vecchie (i libri, la lavagna, ecc.) e nuove (media, lim, ecc.), e ingaggiati nella ricerca come testimoni di una comunità interessata ad una scuola sempre più “buona”, in un contesto sociale e culturale pressato da una necessità di radicale ripensamento e di intensa e necessaria trasformazione.

Al Castello Sforzesco di Milano, il giorno 21 di novembre 2015 il Servizio Case Vacanza del Comune di Milano e Cooperativa D.O.C. in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – ambito territoriale di Milano, organizzano il convegno LA SCUOLA OLTRE AL SCUOLA.
L’Assessorato all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano, Settore Servizi Scolastici ed Educativi organizza un incontro formativo rivolto a tutti gli attori coinvolti nel progetto “Scuola Natura” e a coloro che sono interessati a parteciparvi in futuro.
L’evento, progettato in collaborazione con D.O.C. s.c.s., cui sono affidati i servizi integrativi per la gestione delle Case Vacanza del Comune di Milano, e con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – Ambito Territoriale di Milano avrà luogo il giorno 21 novembre 2015 presso la Sala Viscontea e Sala dei Pilastri del Castello Sforzesco e prevede al mattino le comunicazioni di Anna Rezzara, Andrea Marchesi e Paola Marcialis, tra gli altri e nel primo pomeriggio un workshop di approfondimento. Il programma formativo della giornata, grazie anche alla partecipazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, consentirà di approfondire temi connessi all’esperienza di apprendimento in cui sono coinvolti studenti e insegnanti con particolare attenzione alle metodologie di lavoro possibili nei diversi contesti formativi.
 

PROFESSIONE EDUCATORE

Competenze cliniche per progettare, realizzare, valutare il lavoro educativo

III EDIZIONE

Il Master, precedentemente attivato in due edizioni come sperimentazione per apprendisti assunti ai sensi dell’art. 5 del dlgs 167/2011, si attiva ai sensi dell’art. 45 del D.LGS 81/2015, in attuazione di quanto previsto dall’“Avviso pubblico per l’Apprendistato di Alta Formazione e di Ricerca”, di cui al Decreto della Regione Lombardia 27/07/2016 n. 7400.


PRESIDENTE DEL COMITATO DI COORDINAMENTO - Anna Rezzara

Nel campo di forze attuale del welfare, all’educatore non è proprio più dato di essere un “esecutore”: i cambiamenti che